The Alma Church Choir

The Alma Church Choir sono un duo ed una band nello stesso momento, proprio come le due accezioni riescono raramente a coesistere. Durante gli ultimi due anni Andreas Laudwein & Ronny Seiler hanno girato l’Europa in compagnia di eccezionali artisti quali The Cedar, Josh Ottum, Missincat, Peter Piek, Bernhard Eder, Bettie Serveert, Polite Sleeper, l’interprete svedese Lovisa Samuelsson, l’italolondinese Stead e i norvegesi Al de Loner. Una band dedita al viaggio che si insinua nella scena indipendente europea con delicatezza felina.

Cat Ten Years, il loro raffinato esordio, rappresenta con estrema delicatezza il luogo in cui il binomio voce/chitarra, caratteristico del cantautorato tradizionale, incontra tapeloops, mellotron, glockenspiel, organo e i più affascinanti e caserecci elementi percussivi. Sei brani che strisciando si accomodano nella memoria e nel cuore, come il bel ricordo di un vecchio e quasi dimenticato amico. Fondato sul magnifico rapporto che i due devono avere con un’estesa collezione di ottimi dischi, Cat Ten Years prende il cuore e lo porta a destino. E’ un breve ma schiacciante capolavoro ed un must per gli appassionati di artisti quali John Vanderslice, Calexico, Laura Veirs e l’intera scena contemporanea nordamericana di Seattle e dintorni. Un esordio che non dovete perdere. Quelli di Cat Ten Years sono brani impressionistici, piacevoli e maturi, che cavalcano la linea che separa i territori dell’indie pop piu’ soffuso da quelli del rock acustico piu’ melodico. Gli stormi di corde che inseguono un malinconico vibrafono fanno di My Musical Anthem un passaggio indimenticabile, per non menzionare quello che è il vero marchio di fabbrica degli Alma Church Choir; un connubio di armonie vocali davvero difficile da immaginare.