Maniaci d’Amore

I Maniaci d’Amore sono Francesco d’Amore e Luciana Maniaci. Lei è dottoressa in Psicologia Criminale, lui in Letterature Comparate. Si conoscono alla Scuola Holden di Torino e iniziano a lavorare come compagnia nel dicembre del 2006. Sono drammaturghi e interpreti delle loro pièce. Il loro è un teatro di relazione, comicità livida e sottile analisi psicologica. Hanno all’attivo un corto teatrale, Serenasi 2006), e tre spettacoli: Le cose (progetto di teatro in casa ‘Gas Mostarda’ 2007), Pillole (2008) e Il Nostro Amore Schifo (2009, prodotto dal Circolo dei Lettori di Torino).
 Nel 2007 la Fondazione TRG di Torino ha messo in scena un loro testo tratto da Proust: Recherche… da Proust a me, diretto da Luigina Dagostino. 
Nel 2009 hanno partecipato al progetto internazionale diretto da Roberto Tarasco in collaborazione con il Circolo dei Lettori e gli Istituti Italiani di Cultura all’Estero, Torino/Cairo, andata e ritorno, in qualità di attori e conduttori. 
Ancora nel 2009 hanno inoltre portato in scena, insieme a Michele Di Mauro, Anita Caprioli e Glen Backhall, un testo teatrale dei fratelli Cohen Quasi una serata, diretto da Marco Ponti (regista cinematografico, autore di “Santa Maradona”), che ha debuttato al Teatro Carignano di Torino.
Sempre nel 2009 hanno partecipato come drammaturghi e attori al progetto internazionale Schiera diretto da Gabriele Vacis e in seguito approdato allo spettacolo Amleto in Palestina prodotto dall’Eti (Ente Teatrale Italiano), cha ha debuttato al Teatro Valle.