Concerti la mattina? Certo che sì! Nella fascia oraria con più luce…

La Sala Dello Scriptorium fu costruita con lo scopo di catturare più luce possibile. Lì i monaci amanuensi lavoravano diligentemente, con le proprie mani.

Piccoli concerti, per ricordarci che la manualità e la musica sono indissolubilmente legate.


Ecco il secondo appuntamento dedicato alla magnifica Sala Dello Scriptorium del Monastero di Fonte Avellana. Un piccolo concerto per celebrare la luce che accompagnava i monaci amanuensi nel loro prezioso lavoro.

In un orario pieno di luce.

Fehdah è un progetto Afrofuturista di Emma Garnett, artista irlandese-sierraleonese.

Profondamente influenzata dalla Wassoulou-Music dell’Africa occidentale e dal Neo-Soul nord Americano, la musica di Emma ci conduce in una polifonica miscela di ritmi e armonie provenienti da due distinte parti del globo.

Le influenze e le origini africane di Emma, irlandese ma originaria del Sierra Leone, emergono chiaramente nel suo ultimo singolo Like No Other. La natura eclettica della sua musica si può spiegare attraverso il suo background e l’infanzia trascorsa nell’Africa occidentale.

Il suo sound ricorda artisti come Erykah Badu, Jill Scott e la band soul australiana Hiatus Kayote.

Dopo aver trascorso l’ultimo anno sui palchi dei maggiori festival irlandesi (Body&Soul, Electric Picnic) e dopo aver aperto i concerti di artisti quali Thundercat, Hiatus Kayote, Taylor McFerrin e Yussef Kamaal, Emma sta per debuttare con un primo EP in arrivo nel mese di Agosto 2018.

Emma Garnett – Voce e chitarra elettrica

Ingresso gratuito – Massimo 50 posti