Alan Soul & Alanslezer

Alan Soul, il leader carismatico degli Alanselzer, è un artista che tiene il palcoscenico come pochi altri: con lo pseudonimo di Alan Soul, Giulio Todrani , padre della famosa cantante Giorgia,è infatti la voce e l’anima di questa piccola big band che, seppure con meno elementi, ripropone lo schema e la verve delle grandi orchestre americane degli anni ’50 e ‘60. Gli Alanselzer vogliono rievocare il fascino, la suggestione e la grandiosità dei concerti che a quei tempi si tenevano in music hall, grandi club e alberghi di lusso, e che fecero le fortune dei cantanti di soul e rhythm & blues in quell’epoca votata al glamour e alla grandiosità. Il gruppo degli Alanselzer , deriva la propria esperienza e parte del suo repertorio dalla fantastica formazione R&B “Io vorrei la pelle nera”: il trombonista, il sax, il trombettista e lo stesso Todrani ne hanno fatto parte e ne continuano il discorso musicale. Ciò che rende possibile la performance è la voce graffiante di “Alan Soul”, uno dei pochi interpreti in grado di rievocare i concerti di “The Genius”. Durante le loro esibizioni , si potranno dunque riascoltare canzoni immortali come “Hallelujah I Love Her So”, “I got a woman” o ancora “Georgia on my mind”, insieme ad altri brani classici del rhythm & blues (fra gli altri My Girl ,I Feel Good, Knock on wood, Midnight Hour, Soul Man, ecc.) e tributi ad interpreti del calibro di Otis Redding e James Brown. Negli spettacoli degli Alanselzer, sempre carichi di passione ed energia, oltre alle travolgenti performances dei musicisti, non mancano mai momenti di puro divertimento, animati da tutti gli elementi del gruppo.